Abituarsi a colpire

abituarsi a colpire

Troppo spesso, le persone durante l’allenamento non praticano lo sparring, e si giustificano affermando che si allenano in combattimenti basati sulla realtà e non sullo sport.
Ho anche sentito persone dirmi che potrebbe essere pericoloso fare sparring con loro perché se lo facessero potrebbero uccidere, spiegandomi che, “non facciamo sparring, noi uccidiamo”.
Lo Sparring è uno dei più importanti strumenti per prepararsi ad un combattimento, di qualsiasi tipo.
Aiuta ad abituarsi al contatto e a pensare sotto pressione; due abitudini che ogni persona dovrebbe avere se vuole sopravvivere ad un combattimento reale per strada. Se mentre fate sparring perdete la concentrazione, un buon partner di allenamento ve lo farà notare, magari con un bel pugno al viso.
Certo, in un vero e proprio combattimento potremmo prendere di mira delle zone del corpo che durante l’allenamento non possiamo colpire…e quindi???
Bisogna abituarsi a colpire e, ancora più importante, bisogna abituarsi a ricevere colpi.
Se si vuole sopravvivere In un vero combattimento, bisogna essere forti e resistenti.
Simulare in modo blando un colpo agli occhi e o all’inguine è importante, ma mai dimenticare che se si vuole essere in grado, nella vita reale, di farlo per davvero, bisogna essere abituati a colpire senza far finta.
Abituarsi a colpire è ottimo, aiuta a essere preparati mentalmente a situazioni reali.
Se la prima volta che una persona viene colpita davvero è in un’aggressione per strada, probabilmente parlerà cinese prima di poter iniziare a combattere.
Iniziate a fare sparring oggi.

Fate attenzione, allenatevi in modo intelligente,

Sharir R, Istruttore capo ICCS.