Mai essere statico

statico

Talvolta, la mentalità del dojo può diventare fuorviante quando ci si allena per far fronte ad uno scontro reale da strada. Nella realtà non bisogna mai essere statici. Ogni tipo di aggressione avviene in movimento, che si tratti di minacce o attacchi veri e propri. Se mi alleno in maniera statica, prima di tutto non mi preparo in maniera reale ad uno scontro e inoltre se sto fermo e attendo l’attacco, avrò sicuramente la peggio.
Uno dei principi cardine del krav maga ICCS è esattamente il contrario della staticità: se vengo attaccato devo proiettarmi in avanti, non stare fermo. Il movimento deve essere esplosivo e quanto più rapido possibile. Immaginiamo di essere attaccati da un aggressore molto più forte e più imponente di noi: se sto fermo sarò sicuramente asfaltato; al contrario invece se avanzo verso di lui, le mie probabilità di minimizzare i miei danni aumentano.
Non devo avere una mentalità di attesa. L’unica via d’uscita è attraverso l’aggressore.

Andrea Bonomo
Responsabile Nazionale ICCS Italia